fióre s. m. [lat. flōs flōris; già lat. (calco del gr. ἄνϑος) il sign. fig. di «parte migliore», ovvero La parte più bella ed appariscente.

L’arte dell’apparire, del bello, della cura del sé sono tematiche più che mai attuali; le loro radici, ancestrali. Fiore come simbolo di vanità, di bellezza, ma il bello non è semplice vanità; il bello è una forma di dedizione, di culto, di costante ricerca; rappresenta il risultato del tempo dedicato ad ottenere quel Bel risultato. Da qui, dall’idea del bello, della cura del proprio corpo, è stato scelto il fiore.

Il fiore accompagna da sempre il nome della famiglia Sinatra che, sin dagli esordi, si è fatta portavoce sul territorio di queste qualità.

La storia della famiglia Sinatra, va di pari passo con la storia del suo fiore; un fiore che col tempo cambia, si adatta ai tempi che corrono, cambiando il colore dei suoi petali e definendo sempre più la sua forma, creando una sua identità, arrivando sino ad oggi, oggi che i tempi sono sempre più veloci, oggi che la tecnologia e la modernità obbligano a stare sempre un passo avanti. Ed è oggi, con questa rinnovata consapevolezza, che torniamo alle origini, alle radici ancestrali che paiono perse nel corso del tempo, ma che sotto sotto sono lì e ci collegano al nostro passato, all’Antico Egitto…

Cosa scopriremo andando a ritroso nel tempo?
Quali aspetti giustificheranno la scelta? Quali l’avranno determinata?
Ma soprattutto… qual è la Storia che si cela dietro Questo Fiore?

… Stay tuned! (R.E.)

Daiana Ongari